pensare

18 12 2010

sto ricominciando a pensare. e a scrivere. se tempo fa pensavo che comunicare con l’esterno fosse facile, mi sono reso conto che non lo è, e che a volte non ha neanche senso.

preferirei dormire, rallentare il tempo o spostare lo spazio, non essere qui e ora. poco zen.

mi sono reso conto che lo zen non ti serve a un cazzo se vivi in Occidente. ogni tanto mi viene voglia di dire una parolaccia. forse prossimamente mi trasformerò in una di quelle persone che infarciscono le frasi di parole inglesi, una cosa che odio.

ho sentito clienti felici che gli ho risolto un problema e che i loro dipendenti riceveranno la tredicesima e lo stipendio regolarmente anche quest’anno. che comprino qualche regalo per i figli e per la moglie o per il marito. ho comprato sei panettoni e due pandori per domani. dovrei fare degli straccetti di pace per avvolgere in un piccolo rotolo le fiabe da lasciare ai bambini: chissà cosa combineremo domattina io e l’Angelina, magari io parlo e lei racconta, chissà se ai bambini interesserà ascoltare delle fiabe che vengono da paesi lontani, da bambini lontani?

“tutti i maiali devono morire” mi dice il Death in June, fra zamponi e cotechini e tanta gente che affolla le strade, che non riesci neanche a goderti la neve che ha coperto con un paio di dita di spessore le strade padane (nel senso di valle padana, non della merda leghista).

sarà un Natale diverso, è difficile esprimere il proprio affetto senza trovare un regalo da fare. perchè? eppure se ci si pensa lo è. fottiti stronzo bastardo di vicino che continui a far casino. a te regalerò un carico di letame gelminiano. ti voglio bene.

dovrei mettermi al lavoro. ancora un po’. questo è il periodo peggiore dell’anno. si corre al lavoro, si corre a cercare regali, si corre per il volontariato, si corre per vedere gli amici, e in tutto questo non c’è tempo e voglia per andare a correre. buttassero almeno del sale sulle strade. non ho voglia di rompermi il collo che già è messo male oggi.

c’è un bel sole, ma non fa caldo, ma il sole è bello. oggi sono felice ci sia. sulla neve bianca e l’asfalto che brilla della neve che si scioglie. domani ancora dai, che siamo a casa.

voletevi bene.

Annunci

Azioni

Information

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...




%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: