pant pant

5 03 2009

non mi è mai piaciuta quella sensazione che si ha che la vita scorra via, senza averne il controllo. il tempo passa, le cose passano, le persone passano, le situazioni, le emozioni, tutto scorre, veloce, e niente cambia.

vorrei abbandonarmi al niente per un po’. aspetto di partire per qualche giorno di ferie, sperando che splenda il sole, ma anche se non splenderà andrà bene lo stesso.

continua a non lasciarmi questa sensazione di aspettative attorno a me, per le quali non è che ci sia un vero interesse nel risultato. è come se qualcuno si aspetta che succeda qualcosa, forse succederà, forse no: se non succederà forse ci sarà delusione, se invece succederà sarà come se non fosse successo.

un po’ d’affanno, di testa, di mancanza, di voler fare di più ciò che si sta facendo meno e di fare di meno ciò che si sta facendo di più. di fare in maniera diversa ciò che si sta facendo.

e in tutto questo mi è venuto voglia di lasciare crescere un po’ i capelli.

Annunci

Azioni

Information

3 responses

11 03 2009
slaymer

heyla Oste … che succede, periodo in “down”?!?

nooo dai , vieni a passarti un weekend a Turin 😀 ke ti faccio passare la depression … e ricorda che la vita và vissuta con

… lentezza e determinazione …

… Pura Vida !!!

11 03 2009
angelina

mai come in questo periodo – e tu lo sai bene che periodo sia – mi vengono in mente praticamente tutti i giorni le parole del buon Slay “fermati e respira”. Quando ci penso, mi fermo davvero, faccio un bel respirone e poi riprendo a fare quello che ho interrotto.
La sensazione che ho in questi mesi è che, comunque sia – assolutamente indipendentemente dalla mia volontà – le cose sfuggano di mano, vita compresa. Non riesco più a dominarla e sto lasciando un po’ che mi domini lei. Attendo. Attendo non so nemmeno io cosa. Visto che non so cosa aspettarmi. Non so più nemmeno cosa voglio.
Forse perchè i “desideri” hanno preso la forma di “necessità”. E mi secca pure lamentarmi, quindi – se posso – lo evito. Perchè se mi guardo intorno è la vecchia storia di chi sta peggio di te. Solo non riesco più a sopportare chi si lamenta per i “problemi grassi”, chi si crea problemi quando potrebbero non esistere… via via… lasciatemi stare che non sono più disposta ad ascoltare le vostre puttanate. Palle al piede che rallentano il mio già faticoso cammino. Da tempo ho un’ascia affilata – e tu che mi conosci sai che la sto usando da un po’ -.
Non so cosa dirti, Amico mio, “… è un mondo difficile, felicità a momenti e futuro incerto…”.
Per fortuna ci sono ancora abbracci forti e sinceri. Dai, meno due e mezzo. Resisti. Sarà una sospensione da tutto, ma è anche bello ogni tanto stare un po’ per aria, ti pare? 🙂

13 03 2009
l'oste Walter

@ slay: un po’ fase “pessimismo e fastidio”, però fra qualche ora già non ci si penserà più!!!

@ angelina: meno UNO!!!! 😀

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...




%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: