4 giorni

5 05 2008

giornata tipo di mare:

-sveglia verso le 8, 8 e mezza

-colazione con calma

-lettura per un paio d’ore comodamente stravaccato sul letto

-uscita in bici/piedi verso il mare per un giretto di un paio d’ore pucciando i piedi se il tempo lo consentiva (e quando c’era brutto tempo, pazienza, anzi quasi meglio, che in giro non c’era anima viva)

-pranzo in uno dei ristorantini nelle vie adiacenti il lungomare riminese

-ritorno in spiaggia per ulteriore passeggiata, con sosta lettura comodamente appoggiato ad uno dei mosconi di salvataggio

-quando iniziava a tirare un vento troppo freddo ritorno nel centro città per approvvigionamento cena

-ritorno in camera, accensione pc e visione film in arretrato

consigli per la lettura:

– the best, di george best: splendido, il film a lui dedicato era una boiata, ma il libro scritto da lui è fenomenale, diretto, semplice, chiaro

– nelle terre estreme, di jon krakauer: rispetto al film, il libro è più “dispersivo”. si dilunga troppo, a mio parere, in paragoni con le esperienze dirette dell’autore o di altri personaggi che non sono Chris McCandless. è comunque godibile, ma per chi ha visto il film forse è superfluo. in ogni caso l’effetto strano che mi ha fatto questo libro è che si legge meglio all’aria aperta, o con una finestra aperta: in ambienti chiusi (es. treno di ritorno) non rende.

consigli per la visione:

– funeral party: molto, molto divertente

– 40 anni vergine: piuttosto una cagata, comunque se si vuole un’ora con la mente libera può andare

– persepolis: tratto dai fumetti di Marjane Satrapi, da vedere, come da leggere sono i fumetti. semplicemente splendido

– sicko: il sistema sanitario americano è… triste. ecco, prendiamo ad esempio la poliziotta che l’altro giorno si è sparata allo stadio: fosse stata negli USA le avrebbero chiesto se aveva una polizza sanitaria, e nel caso l’avesse bisognava poi vedere se l’assicurazione avrebbe acconsentito all’operazione. in Italia invece funziona diversamente, così come in Francia e Gran Bretagna e Europa in generale. ma anche… Cuba! per la serie: non tutto ciò che arriva dagli USA è buono (lo sapevate, vero?)

consigli per l’ascolto:

– into the wild, di eddie vedder: colonna sonora del film. splendida. come il film. perfetta. per il film.

– alles wieder offen, degli einsturzende neubauten: ultimo album, direi meraviglioso, una delle più belle cose ascoltate di recente. non per tutti però.

– “divenire” e “una mattina”, ludovico einaudi: per sani momenti di relax. e oltre.

Annunci

Azioni

Information

4 responses

5 05 2008
Mad Riot

Bel programmino, senz’altro…Il libro di Best mi lascia con l’amaro in bocca, non per come è scritto ma per come Best ha rovinato se stesso.

5 05 2008
stella

Che invidia! 🙂

Ovviamente oltre ad Allevi adoro anche Einaudi. Ora però sto ascoltando i Korn. Vabbè. ciao Oste!

5 05 2008
Beppone

Io 4 giornate al mare le ho fatte, ma tra bimbe e cose da fare niente libri, musica…
ehhhhhhhhh
Ascolta hai mai provato Buddha Bar?

6 05 2008
l'oste Walter

@ mad riot: devo dirti però che ha dei risvolti inaspettati…

@ stella: apperò! roba tranquilla in cuffia oggi eh?

@ beppone: no, mai provato, anche se conosco la “linea”

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...




%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: