giriamo

15 04 2008

oggi vagando tra i blog trovo un sacco di sconforto per i risultati di ieri. ok, non sono contento nemmeno io, ma ragazzi, lo si sapeva, la speranza è l’ultima a morire, ma le previsioni stavolta erano facili.

mesi fa qualcuno disse che per il pd andare soli era un suicidio, altri con l’occhio più lungo lessero in questa manovra l’obiettivo di annientare la sinistra, sempre troppo critica, sempre troppo (poco) sinistra.

dall’altra parte ormai viviamo in un mondo di paura. ci sono immigrati dietro ogni angolo, stupri, rapine, omicidi sono all’ordine del giorno. devo essere una persona fortunata, perchè in vita mia non ho fatto nessuna di queste esperienze, ma a quanto pare, più della metà degli italiani vive sotto questa spada di Damocle.

stamattina, il mio direttore leghista gongolava, con la solita storia di Roma ladrona, adesso si fa il muro sul Po! e godeva che non esistono più i comunisti.

ascoltare. ascoltare bisogna. non si è più abituati. i comunisti fecero il muro a Berlino, che cadde, e ora gli anticomunisti ne erigono in ogni parte del mondo. logico, no?

perchè tanta gente è così sconfortata dall’esito delle elezioni? vorrei che non ci fosse così tanto sconforto, non ce n’è motivo. non c’è motivo di stare male se si è coerenti con se stessi e con le proprie idee, si perde, ok, ma l’importante è restare fedeli, le conquiste con doppi giochi, raggiri e niente sofferenza non sono poi così belle, non danno reale soddisfazione. per 5 anni almeno ce lo teniamo, solo la morte (sua) ci può dare una mano a liberarcene, ormai, convinciamocene: e comunque certe idee resistono pure alla morte di chi le ha ideate.

il 4% di votanti in meno rispetto a due anni fa ha fatto saltare tutto? stupiamoci che l’80% sia andato a votare, non che il 4% sia andato in meno. sì, sono andato anch’io, ho goduto qualche minuto, ma sapevo non sarebbe servito a nulla. è matematico e ciclico: silviolo fa casini, perde le elezioni, arrivano gli altri, mettono delle pezze, tutto sembra andare un pochino meglio, almeno sulla carta, silviolo rivince. tre volte è successo così, tre volte. mortazza non ha fatto tutto bene? d’accordo, ma guardiamo anche i contesti mondiali, volete veramente che un governo sistemi le cose? sì? sicuri? l’accendiamo? bene, la risposta che avete scelto è una bella dittatura, può essere il dittatore benevolo delle teorie economiche, ma dittatore è: la politica non può più competere con l’economia e soprattutto non riesce più a competere con gli attori dello scenario economico. un mio amico ha detto come suo solito una cosa saggia: “non sappiamo gestire un po’ di immondizia e vogliamo costruire le centrali nucleari…”. colto nel segno: l’italiano è così, ottimista, sempre e comunque, basta che gli racconti una stronzata qualsiasi, ma basta che sia bella, e ci crede. Yes, we can. we can un paio di coglioni. we can in teoria, ma non in pratica.

ma guardiamoci in faccia: sì dà il governo del paese a chi vuole spezzare il paese. logico, no?

stamattina in tv ho visto del pd-isti sorridere. cioè, tu perdi e sorridi. logico, no? fotte un cazzo se hai fatto bel gioco, hai perso, chiuso. almeno Fausto si è dimesso: ecco, l’unico motivo che mi ha fatto recuperare stima in lui, che se ne sia andato, è tempo di pensione, lascia spazio ad altri.

vedete, lavorando nel mondo dei servizi capisci una cosa: che la gente ama avere chi lavora per lei, così non deve pensare a nulla, paga qualcosa ma non si deve sbattere. silviolo in questo è un grande insegnante: non puoi competere con lui, non è il tuo mestiere, offrire servizi è il suo. e la vecchia logica comparativa del mio che è meglio del tuo, con lui non regge, per il venditore ciò che ha da offrire è sempre il meglio, anche se non funziona, lui quello ha da vendere, anche se ha effetti collaterali, quello è in mano sua da offrire, per forze è il meglio, non può essere diversamente.

e volenti o nolenti, all’italiano la logica del self-service, tutto pronto, piace. poco importa come è realizzato, l’importante è che lo sia, che basti allungare una mano e lo si possa prendere e portare via. è un discorso generale, applicabile ad ogni ambito della nostra vita. proviamo a pensarci. si fa fatica, vero? meglio non scegliere, meglio prendere il piatto pronto, piuttosto che scegliere gli ingredienti e farselo da sè, molto meglio, alla fine la pancia è piena e lo sforzo è minimo. è questa logica che domina tutto il nostro essere, nessuno ne è immune, nessuno, solo gli eremiti, forse.

c’è una massima, usata da diverse persone che dice che per cambiare il mondo bisogna prima essere capaci di cambiare se stessi. mi ricordo inoltre un tizio di Attack che disse due anni fa che se avesse vinto la sinistra avrebbe tenuto gli occhi più aperti che se avesse vinto la destra: perchè in quest’ultimo caso già molti altri li avrebbero tenuti aperti.

quindi, se vogliamo stare tranquilli, non ci preoccupiamo, c’è chi pensa non solo a noi, ma anche PER noi.

io invece non sono un tipo tranquillo. continuo a leggere, ascoltare e vedere libri, dischi e film che mi arricchiscano. e conservo tutto. mi spiacerebbe che venissero dimenticati.

con rispetto, continuo a non essere d’accordo. e a piacermi per tante cose. e a stimare chi non si stanca di ricercare qualcosa di meglio, che non sia materiale. e se un giorno dovessi avere dei figli, sappiano che saranno cazzi loro.

Annunci

Azioni

Information

4 responses

15 04 2008
monica

Complimente per il post,bellissimo e incisivo.Condivido in pieno la tua analisi e onestamente penso che ci sarà una dittatura e basta .Perché ha i numeri per governare e governerà .A modo suo.Prepariamo pinne fucili ed occhiali e tuffiamoci .In apnea per i prossimi 5 anni.

15 04 2008
monica

p.s.:non perdiamoci di vista.Pronti a resistere.

15 04 2008
Düsseldorfer

Bene bene, bel post! 🙂
Sai cosa mi piace? L’idea che fra poco tutti si lamenteranno e, chiedendo, nessuno lo avrà votato …miracolo, è salito al potere senza che nessuno lo abbia votato! 😀

16 04 2008
l'oste Walter

@ monica: e anche piuttosto confuso, lo ammetto. 😉 ma su queste cose ci si potrebbe parlare una vita e non arrivare mai ad una soluzione…

@ duss: è appunto quello il miracolo italiano! io comunque alcuni li ho già trovati…

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...




%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: