incontro con Alex Zanotelli

6 05 2007

è un nome conosciuto, ma molte persone non sanno chi sia. è un frate, un missionario comboniano con una grande esperienza costruita negli anni: leggere il suo libro “Korogocho”, permette di conoscere realtà toccate con mano, il tutto visto sotto la lente d’ingrandimento del Vangelo in maniera però insolita.

sentire parlare di lui mi ha ricordato i racconti narrati da una signora francese una notte di luglio di alcuni anni fa, sul GR65 da Le Puy en Velay verso Santiago de Compostela, di un missionario francese, Louis Dalle, che aveva vissuto anni fra i quechua, a oltre 4.000 metri di altitudine, senza dare segni di pazzia.

Padre Alex è una persona dolce, dai modi pacati, che quando si infervora non alza mai la voce. sa cos’è il Sistema, sa cosa si porta dentro e cosa gli è contro, e ti racconta tutto… non ti dice mai una volta che devi pregare, ma ti dice di informarti, di amare e di rispettare gli altri e l’ambiente. ti dice che ci stiamo sputtanando tutto (ok, non dice proprio “sputtanando”, ma il senso è quello…), ti dice cose immense, come quella che la bomba deve essere ritenuta peccato mortale.

sentirlo parlare fa riflettere, ma anche leggere le sue parole, i suoi scritti, la sua vita.

per Slay: parti da “Korogocho” (ed. Economica Feltrinelli), sarà l’inizio di un viaggio molto interessante.





little miss sunshine

4 05 2007

littlemiss.jpgla descrizione della trama mi ricordava molto “me and you and everyone we know”, e sulla scorta di questa convinzione mi sentivo attratto da questa locandina semplice e gialla.

è un film in cui il sogno americano ricorre continuamente, ricordato e fatto presente ogni volta da questo padre che vorrebbe essere in carriera, ma alla fine si ritrova soltanto in “corriera”. bella la regia che si focalizza sul microcosmo familiare, in questo viaggio verso un concorso di bellezza per bambine, davvero molto singolare.

il divertimento non manca, per alcune situazioni comiche e per altre in cui invece prevale il senso del grottesco e dell’innocenza dei bambini, che riesce anche ad influenzare i grandi. ogni personaggio ha un suo ruolo ben definito, una sua personalità molto forte e chiara che però scoprirà altri lati nel corso del film.

veramente un film da vedere per passare qualche tempo in tranquillità, divertendosi e ridendo in modo assolutamente intelligente.